Quanto è veloce il tuo sito?

Quanto è veloce il tuo sito e perché dovrebbe interessarti se hai una pagina aziendale?

Facebook non regala NULLA alle aziende, i suoi guadagni provengono proprio da queste quindi non ha alcuna ragione per farlo.

In un comunicato ha rivelato che la diffusione organica, cioè dei post non sponsorizzati, che riportano al sito web aziendale sarà penalizzata se la pagina a cui riporta il link non si carica velocemente perché lo considera un disagio per l’utente.

La maggioranza delle persone abbandona una pagina di un sito se il caricamento supera i tre secondi.

Un modo, non certo l’unico, per rendere più veloce il tuo sito è quello di ridurre il peso delle immagini che carichi.

Spesso gli utenti che navigano il tuo sito stanchi di aspettare il caricamento della tua pagina, lo abbandonano e probabilmente vanno sul sito di un tuo concorrente.

Uno dei test più comuni e immediato che si possa fare è quello di utilizzare una piattaforma come GTmetrix che puoi fare anche tu e che trovi a questo indirizzo: https://gtmetrix.com/

I risultati sono immediati e sono simili a quelli che vedi nell’immagine qui sotto.

Misurazioni GTMetrix

Come potete vedere è abbastanza intuitivo e scommetto che anche voi avete individuato quale dei 3 siti è più veloce. Indovinate a chi appartengo questi tre siti?

No, no tranquilli vi dico solo di chi è l’ultimo (perchè è quello più veloce vero?).

A parte l’ultimo risultato che è il sito di Google, potete notare che c’è una bella differenza tra il primo e l’ultimo in termini di velocità: il più veloce è ovviamente quello di Google perchè ovviamente ha delle risorse economiche.

Nel nostro piccolo possiamo rendere più veloce il nostro sito con alcuni accorgimenti e ottenere un risultato di tutto rispetto come questo:

Risultato GTMetrix dopo ottimizzazione

Per ottenere una buona ottimizzazione e una buona velocità, spesso sono sufficenti piccoli accorgimenti alla portata di tutti, primo fra tutti il dimensionamento delle immagini e un po’ di attenzione.

Per rimanere solo sull’aspetto delle immagini l’errore più comune è quelle di caricare sul sito immagini grandi e poi ridurle per adattarle alla pagina anzichè caricare le immagini già dimensionate.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 × quattro =

Log in